Caricamento Eventi

Tutti gli eventi

IL SOGNO DI UN UOMO RIDICOLO

20 Marzo @ 17:00

Recital da Fedor Dostoevskij
Adattamento, scenografia, interpretayione e regia di: Emanuele Santoro
Produzione: E.S. Teatro, Lugano

Lo spettacolo:
“I sogni sono mossi non dalla ragione, ma dal desiderio, non dalla testa, ma dal cuore. Allora feci questo sogno, il mio sogno del tre novembre! Loro adesso mi prendono in giro dicendo che si è trattato soltanto di un sogno. Ma non è forse lo stesso che si sia trattato di un sogno oppure no, se questo sogno mi ha rivelato la verità?”
Un uomo «ridicolo», indifferente a sé e agli altri, vuole suicidarsi. Si addormenta, sogna di spararsi e di essere sepolto in una bara. Un personaggio misterioso lo porta in un altro pianeta, simile alla terra tranne che per l’animo dei suoi abitanti, puri e innocenti; ma il suo arrivo li contamina, facendogli acquistare tutti i difetti della società da cui proviene. Nel sogno, l’uomo prende coscienza di una verità sepolta nel suo cuore: l’infelicità dell’uomo e la solitudine non sono condizioni naturali, ma cattive conquiste fatte nella storia. E questo viaggio attraverso un’altra dimensione dello spirito cambierà per sempre la sua vita.

Recensioni:
“Ottimo teatro ticinese. (…) Quello di Santoro è un tracciato narrativo intenso e ipnotico, che contiene tutti i grandi temi esistenziali e critici dell’imponente scrittore russo. L’attore e regista di sé stesso ne fa una lettura fedele e intensa in un monologo dalla notevole forza e maturità teatrale. (…) Pochi cambi di luce e una musica scelta per sottolinearne i passaggi più intimisti, in cui Santoro è molto bravo, dando una prova molto convincente. Un progetto che dimostra un’attenzione alla qualità non indifferente.” (Azione).

“(…) La rappresentazione, priva di gestualità (…) è concentrata nell’espressione mimica del volto, dello sguardo e ovviamente della voce. Santoro, senza abbandonarsi a voli retorici, mantiene l’interpretazione nel registro naturale di una confessione, con i suoi accenti di rabbia, di pianto, di disperazione, di autocoscienza, esaltando la parola di Dostoevskij che, con la sua forza icastica, ci fa vedere il mondo evocato per noi”. (Giornale del Popolo).

Emanuele Santoro
Attore, regista, scenografo. Nato a Zurigo nel 1970, è attivo nel teatro dal 1984. Si forma artisticamente seguendo stages, studi e corsi professionali che vanno dalle tecniche Stanislavskij-Strasberg alla Commedia dell’Arte italiana, allo speakeraggio. Inizia la sua attività professionale nel 1993 lavorando come attore per la c.n.t., Compagnia Teatro di Locarno. Nel 1994 fonda la scuola di teatro per ragazzi i microattori, che ogni anno vede iscritti giovanissimi tra i sette e i quindici anni e con i quali realizza ogni anno uno spettacolo di fine corso. Da ’98 al ’03 collabora con alcune compagnie locali per le quali firma la regia degli spettacoli. Ha lavorato come attore per Pro Helvetia (Fabula) e ha partecipato allo spettacolo allestito per l’inaugurazione della nuova ambasciata svizzera di Berlino. Nel 2003 ha fondato la sua compagnia, la e.s.teatro, debuttando con Caligola di A. Camus. Nel 2006 realizzò e inaugurò, a Lugano-Viganello, il teatro Il Cortile, Del Cortile curò la programmazione della stagione teatrale, compresa la rassegna SOLOinscena, rassegna di spettacoli per attore solo, unica nel suo genere. Emanuele Santoro è considerato dalla critica teatrale come uno dei maggiori talenti del teatro ticinese.

Biglietto adulti chf. 20.-
Studenti e AVS chf. 15.-
Ragazzi fino a 16 anni chf. 10.-

Dettagli

Data:
20 Marzo
Ora:
17:00
Categoria Evento:

Organizzatore

Teatro del Gatto
Telefono:
+41 091 792 21 21
Email:
info@ilgatto.ch
Sito web:
http://www.ilgatto.ch

Luogo

Teatro del Gatto
via Muraccio 21
Ascona, 6612 Svizzera
+ Google Maps