Caricamento Eventi

All Eventi

LE BAMBINE DI TEREZIN

18 gennaio 2018 @ 15:00 - 16:30

Rassegna TeatrOver60 Uno spettacolo per la giornata della memoria

drammaturgia e regia Aldo Pasquero e Giuseppe Morrone
con Paola Bordignon
disegno scenico e attrezzeria Aldo Pasquero
assistenza traduzione testi Eliana Cantone, Maria Teresa Milano
produzione Faber Teater  

Lo spettacolo
Una piccola città chiamata Terezin, a circa 100 km da Praga che tra il 1942 e il 1945 diventa una città-ghetto per gli ebrei, un campo modello, un campo per artisti, per privilegiati, abitato da persone che la sera dopo aver lavorato 10 ore per i nazisti fanno musica, fanno teatro, leggono poesie, cantano. E racconta dei bambini, i loro disegni, le loro parole, poesie, diari, frammenti di vite vissute in un mondo di brutalità e finite presto. 15000 i ragazzi passati da Terezin, 142 i sopravvissuti, 4000 i disegni ritrovati. La leggerezza nelle loro voci, le loro speranze sono uno sguardo diverso sull’Olocausto, come singolare è la storia di Terezin.

Recensioni
[…]. non mi aspettavo di vedere tanta commozione negli adolescenti […]. gli occhi lucidi a fine spettacolo mi fanno credere che hanno raggiunto e toccato qualcosa. TeatroFaenza, Michele Pascarelli

Paola Bordignon ha una voce pacata e una presenza autorevole, non indulge nell’orrore né nel pietismo, […]. “Come si può parlare di fame di cultura in un posto in cui manca il pane?”. Paola, bravissima, pronuncia la frase con una semplicità spiazzante e con grande sensibilità e acutezza, chiude il suo monologo facendo muovere un piccolo pagliaccio, perché ne è consapevole lei, come lo era chi fu a Terezín che è impossibile “fuggire dal circo”. Maria Teresa Milano, ebraista

[…] la messa in scena “antirealistica” e “antiretorica” sembra voler rispondere pienamente all’invito che il padre della bambina Helga (Helga Weiss), deportata a Terezin, rivolge alla propria figlioletta: “Disegna ciò che vedi”. Se il teatro oggi riesce a essere soprattutto questo, se il teatro, assume su di sé questa vocazione a “rappresentare ciò che vede” nelle forme di un evento culturale contemporaneo, si è già spostato di diversi passi avanti.. Docente di lettere e pedagogo, Andre DeMarchi

La compagnia
Nasce nel 1995 e si occupa di produzione e distribuzione di spettacoli di prosa e dal 2004 hanno intrapreso una ricerca musicale con Antonella Talamoni, compositrice, formatrice e insegnante che ha collaborato per due decenni con la scuola popolare di musica di Testaccio a Roma Oltre al gruppo stabile formato da sei attori negli ultimi anni vanta la collaborazione con attori esterni come Rocco De Paoli, Mario Barzaghi, Luciano Nattino e molti altri. Hanno ortato in tournée numerosi spettacoli in festival d’Europa, Russia, Ecuador, Iran (FaberfEst un sogno in red e blu ed emigranti sono i più replicati) Dal 1999 organizzano il festival teatrale estivo Teatri di confine.

Ingresso
Gratuito per persone in AVS
Biglietto intero CHF 10

 

Dettagli

Data:
18 gennaio 2018
Ora:
15:00 - 16:30
Categoria Evento:

Organizzatore

Teatro del Gatto
Telefono:
+41 91 792 21 21
Email:
info@ilgatto.ch
Sito web:
http://www.ilgatto.ch

Luogo

Teatro del Gatto
via Muraccio 21
Ascona, 6612 Svizzera
+ Google Maps